Emanuela Fanelli racconta ”A piedi scarzi” con Alessandro Borghi – Una pezza di Lundini 22/09/2020

https://www.raiplay.it/programmi/unapezzadilundini – Emanuela Fanelli, intervistata da Duilio Giammaria, racconta il film ”A piedi scarzi” di cui è protagonista insieme a una star d’eccezione

You might be interested in

Comment (141)

  1. Finalmente qualcuno che denuncia l'egemonia dei valdostani e degli altoatesini sul cinema italiano. E non se ne può più, dai. E i sobborghi di Bolzano, e la mafia di Sesto Pusteria, e sta rottura di palle dei poveracci di Courmayeur… Forse, e dico forse, il pubblico vorrebbe scoprire nuovi punti di vista

  2. The Washington Post ha scritto

    sicuramente molti articoli ma nessuno su questo film

    Musiche di Piermaria Cazzamari

    Direttore della fotografia: Bianca Atzei

    Fonico di presa diretta: Mario Giordano

    Scenografia: Branko e le stelle

    Costumi: Kanye West

    Prodotto da Chiara Proietti, Condoleeza Rice, Pupi Avanzi

    Per Marzi Duspicci Productions

    Scritto e diretto da Kevin Cozza

    A Dio piacendo nei cinema prossimamente

  3. Emanuela oltre al teatro sei portatissima anche per il cinema! mi spiace per questa attuale nefasta egemonia dei molisani. Tra l'altro molto toccante e originale la scelta di entrare così nel vivo della periferia romana, sono sicuro ci sarà più spazio per gli attori romani dopo questo film!

  4. Devo essere sincero..
    A me in passato è parso di vederlo qualche Romano al cinema.. c'era quel comico molto divertente, com'è che si chiamava?..ah, tipo..Pierino.

  5. Ma nessuno ha fatto notare che Emanuela Fanelli e Alessandro Borghi hanno fatto "Non essere cattivo" che è esattamente il tipo di film che viene preso in giro qui oppure è troppo ovvio?

  6. Mah. Io la Fanelli la trovo sempre debole. Cioe' Lundini ne sotterra parecchi come autore, la Fanelli sembra li' non si sa per cosa. Pero' parere personale. Certo deve fare figo dire ''tu non la comprendi''. Io penso a una Virginia Raffaele e vedere questa mi fa dire solo mah, boh. Poi penso a una Cortellesi. Poi ripenso alla Fanelli e dico ''boh mah''

  7. Questo film non è un esperimento ma una rivisitazione de lalbero delle zoccole rivoluzioni ieri conquista oggi prodotto messo in circolo come parucchiri a domicilio e tutte le filosofie progressistone

  8. L'importante è smettere di dare lavoro ai comici toscani.
    Sin ora l'unico che ha avuto il coraggio immenso di denunciare questa piaga venuta dall'Arno e diffusasi come una purulenta pestilenza in tutto lo stivale è quello che faceva Giorgio Corelli.

  9. Pescasseroli 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣❤️🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣❤️❤️❤️🤣🤣 Sto morendo

LEAVE YOUR COMMENT

Your email address will not be published.